Una classe. Una Repubblica fondata sullo Spritz. Che splende nell'eternità.

Saturday, September 23, 2006



la bandiera della Pace.

www.emergency.it

l'Italia? Una repubblica delle banane!

25
condannati in via definitiva

+
8
condannati in primo grado

+
17
imputati in primo grado

+
19
indagati in fase preliminare

+
10
prescritti definitivi

+
3
(1 assolto per legge* + 1 prosciolto per immunità** + 1 imputato in udienza preliminare)

=
82
è il numero dei parlamentari e senatori
“diversamente onesti”.
Su 900 e rotti parlamentari, circa il 10% soffre di questa “devianza criminale”. Neanche nelle più disagiate periferie metropolitane si trova un così alto tasso di criminalità. Per favore, se avvistate un poliziotto di quartiere, conducetelo alla Camera o al Senato.



P
artiamo soffermandoci sul primo numero della somma. Quel venticinque che troneggia come un re all’inizio della pagina precedente è fermo. Sembra quasi irremovibile. E’ il numero dei condannati in via definitiva che risiedono tra Camera e Parlamento. Cioè: l’Italia ha 25 Parlamentari che hanno compiuto reati più o meno gravi e che la legge ha considerato colpevoli.
Questo numero mi fa rabbrividire.
E mi fa pensare al perché dei pregiudicati rappresentano noi, uomini e donne onesti;
mi fa pensare al perché debbano essere pagati da noi, uomini e donne onesti;
mi fa pensare al perché la gente non sappia questo.

I 25condannati in via definitiva sono :
1) Berruti Massimo Maria (Forza Italia) per favoreggiamento;
2) Biondi Alfredo (Forza Italia) per evasione fiscale (reato poi depenalizzato);
3) Bonsignore Vito (Udc) per corruzione;
4) Borghezio Mario (Lega Nord) per incendio aggravato;
5) Bossi Umberto (Lega Nord) per finanziamento illecito e istigazione a delinquere;
6) Cantoni Giampiero (Forza Italia) per corruzione e bancarotta;
7) Carra Enzo (Margherita) per falsa testimonianza;
8) De Angelis Marcello (An) per banda armata e associazione sovversiva;
9) D’Elia Sergio (Rosa nel pugno) per banda armata e concorso in omicidio;
10) Dell’Utri Marcello per false fatture, falso in bilancio e frode fiscale;
11) Del Pennino Antonio (Forza Italia) per finanziamento illecito;
12) De Michelis Gianni (Psi) per corruzione e finanziamento illecito;
13) Farina Daniele (Rifondazione) per fabbricazione, detenzione e porto abusivo di ordigni esplosivi, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali gravi e inosservanza degli ordini dell’autorità;
14) Jannuzzi Lino (Forza Italia) per diffamazione aggravata;
15) La Malfa Giorgio (Forza Italia) per finanziamento illecito;
16) Maroni Roberto (Lega Nord) per resistenza a pubblico ufficiale;
17) Mauro Giovanni (Forza Italia) per diffamazione aggravata;
18) Nania Domenico (An) per lesioni volontarie personali;
19) Patriciello Aldo (Udc) per finanziamento illecito;
20) Pomicino Paolo Cirino (Dc) per corruzione e finanziamento illecito;
21) Previti Cesare (Forza Italia) per corruzione giudiziaria;
22) Sterpa Egidio (Forza Italia) per finanziamento illecito;
23) Tommassini Antonio (Forza Italia) per falso in atto pubblico;
24) Visco Vincenzo (Ds) per abuso edilizio;
25) Vito Alfredo (Forza Italia) per corruzione.


Beppe Grillo, un comico (visitate il suo sito: www.beppegrillo.it) ha provato a mandarli a casa con l’aiuto della rete con l’iniziativa “Onorevoli Wanted”. Oltre ad avere pubblicato la lista dei venticinque nel suo sito, ha raccolto 60.000 euro per comprare una pagina su un quotidiano e – come scrive lo stesso Grillo sulla prefazione del libro intitolato proprio “Onorevoli Wanted” di Gomez e Travaglio, Ed. Riuniti -

denunciare questa situazione unica al mondo. Ho ricevuto il rifiuto degli editori italiani e di molte testate internazionali. Dopo mesi di tentativi, ho finalmente pubblicato la lista sull’Herald Tribune. Ne hanno parlato la Bbc e giornali australiani e indiani. La Gandhi Peace Foundation, una tra le più importanti organizzazioni nel mondo per la difesa dei diritti civili, mi ha citato e mi ha inviato una lettera: “Nel nostro Parlamento abbiamo scoperto 16 pregiudicati di cui alleghiamo le fotografie, ma li abbiamo subito cacciati via a calci nel sedere”.
Dall’Uzbekistan mi hanno fatto sapere che il loro Parlamento arriva al massimo a 18 condannati: 25 parevano troppi anche a loro. Tutti i giornali italiani hanno dovuto scrivere dell’iniziativa. Ma i parlamentari condannati sono ancora là, a ingrassarsi con i nostri soldi, a farsi chiamare onorevoli dal popolo più servile del mondo.


Come se venticinque condannati in via definitiva non bastassero, tra gli Onorevoli si nascondono molti altri “diversamente onesti”, come scritto nella prima pagina.
Ma dove sono dislocati?

Ø alla Camera ce ne sono 49;
Ø al Senato ce ne sono 26;
Ø al Parlamento europeo ce ne sono 7.


Ecco ora l’hit parade dei partiti.

v Forza Italia: 29
v Alleanza Nazionale: 14
v Udc: 10
v Lega Nord: 8
v Margherita: 6
v Ds: 6
v Udeur: 2
v Rifondazione Comunista: 2
v Movimento per l’autonomia: 1
v Dc: 1
v Psi: 1
v Gruppo Misto***: 1
v Rosa nel pugno: 1

Totale Destra: 65
Totale Sinistra: 17


Ed ecco anche la classifica dei reati (qui il totale dei reati non corrisponde a quello dei parlamentari condannati in via definitiva né al numero dei parlamentari “diversamente onesti”: questo perché sono stati inseriti tutti i reati di cui è accusato ciascuno, e molti devono rispondere di varie fattispecie delittuose).


REATI CASI
corruzione: 18
finanziamento illecito: 16
truffa: 10
abuso d’ufficio,
falso: 9
associazione mafiosa: 8
bancarotta fraudolenta,
turbativa d’asta: 7
associazione a delinquere,
resistenza a pubblico ufficiale,
falso in bilancio: 6
attentato alla Costituzione,
attentato all’Unità dello Stato,
struttura paramilitare fuorilegge: 5
favoreggiamento,
concussione,
frode fiscale: 4
diffamazione,
abuso edilizio,
lesioni personali: 3
banda armata,
corruzione giudiziaria,
peculato,
estorsione,
rivelazione di segreti: 2
omicidio,
associazione sovversiva,
istigazione a delinquere,
favoreggiamento mafioso,
aggiotaggio,
percosse,
violenza a corpo politico,
incendio aggravato,
calunnia,
falsa testimonianza,
voto di scambio,
appropriazione indebita,
violazione della privacy,
oltraggio,
fabbricazione di esplosivi,
violazione dei diritti d’autore,
frode in pubblico concorso,
adulterazione di vini: 1


Ora avrete capito meglio il perché della necessità della legge sull’indulto che non risolve il problema delle carceri affollate ma risolve i problemi di tutte queste belle personcine che mangiano con i nostri soldi.

NOTA BENE:
Nella somma della prima pagina se un parlamentare ha più processi viene registrato sotto il nome di quello in fase più avanzata (la prescrizione prevale sulle indagini in corso, ma non sulle condanne anche provvisorie)
* Tra gli assolti per legge non vengono citati i casi di Berlusconi, Previti, brecher e altri, usciti dai loro processi in base a leggi da essi stessi votate, perché rientrano anche in altre categorie penali per altri processi.
** Il prosciolto per immunità è il leghista Speroni, salvato dal processo poiché si ritiene che i suoi reati siano stati compiuti nell’esercizio delle funzioni parlamentari.
***Andreotti, pur iscritto al Gruppo Misto, è stato candidato dal centrodestra alla Presidenza del Senato.

Tuesday, September 19, 2006



cliccate e andate a vedere cosa propone Grillo...

Friday, September 08, 2006

Se la Repubblica è eterna

Cinque anni non sono acqua. Un film, un migliaio di foto non bastano a tenere vivo il ricordo. E allora ecco il blog, un mini sito della Repubblica dove potete inviare quello che volete. Perché la repubblica dello Spritz splenda nell'eternità. enrico